categoria azienda Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
logo Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
Studio Ingegneria, progettazione, impiantistica, antincendio
Studio Ingegneria, progettazione, impiantistica, antincendio

CPI

E SICUREZZA LAVORO






L’Ingegnere Claudio Mosca, oltre che di collaudo, verifiche e perizie sugli impianti, si occupa anche della gestione del Certificato di Prevenzione degli Incendi (CPI) e dei sistemi di sicurezza sul lavoro e antincendio.


Lo Studio Mosca, inoltre, offre ai propri clienti un servizio di consulenza tecnica su queste tematiche, avvalendosi della propria esperienza in materia e delle proprie comprovate conoscenze tecniche.







La sicurezza e la salute sul posto di lavoro sono un elemento di primaria importanza e, in quanto tale, è bene che la loro tutela sia affidata ad un soggetto competente, esperto e altamente qualificato, come il titolare dello Studio di Ingegneria Claudio Mosca.



Cos’è

il CPI



Il Certificato di Prevenzione Incendi è un documento che attesta il rispetto delle normative di prevenzione incendi e, di conseguenza, dei requisiti di sicurezza antincendio di un edificio o di una struttura.



Rilasciato dal comando dei vigili del fuoco, il CPI:


  • Dichiara che la situazione è stata valutata dai vigili del fuoco come conforme alle normative antincendio
  • È intestato al titolare dell’attività
  • Ha una validità di cinque anni, allo scadere dei quali deve necessariamente essere rinnovato




Le attività soggette alla prevenzione di incendi si suddividono in tre categorie, A, B e C, in base alle caratteristiche della loro struttura. Al variare della tipologia di attività, varia anche l’iter di ottenimento del CPI.


Categoria A

i soggetti non sono prevalentemente esaminati dal comando dei vigili del fuoco.


Categorie B e C

i soggetti responsabili delle attività sono tenuti a richiedere al comando dei vigili l’esame dei progetti di costruzione di impianti o altre strutture, nonché delle modifiche da apportare a quelle esistenti.



Sono comprese nella categoria A, tra le altre:


Alberghi sino a 50 posti letto

Strutture sanitarie fino a 50 posti letto

Aziende e uffici con 500 persone presenti

Edifici con altezza antincendio di 32 mt




Nella categoria B, invece, rientrano altre attività, tra cui:


Locali di spettacolo fino a 200 persone

Strutture sanitarie fino a 100 posti letto

Aziende fino a 800 persone

Edifici con altezza antincendio tra i 32 e i 54 mt




Infine, alcune tra le attività appartenenti alla categoria C:


Alberghi con oltre 100 posti letto

Scuole oltre le 300 persone

Aziende con oltre 800 persone

Edifici con altezza antincendio oltre i 54 mt



Cos’è?

Prevenzione incendi


La prevenzione degli incendi include una serie di operazioni volte a conseguire determinati obiettivi di sicurezza della vita e dell’incolumità umane, di tutela di beni e strutture e di salvaguardia ambientale.


In termini pratici, consiste in un iter amministrativo che parte da un’analisi dell’attività soggetta alla richiesta del CPI e si conclude con la presentazione della SCIA antincendio, da richiedere al comando dei vigili del fuoco.


L’obiettivo della prevenzione antincendio, dunque, è quello di minimizzare se non eliminare del tutto i rischi di un incendio e prevedere tutte quelle misure di protezione e prevenzione che limitino il più possibile i danni a cose e persone.

La prevenzione antincendio, secondo quanto emanato dai vari decreti nel corso degli anni, mira all’adozione di:




Misure atte ad evitare il divampo dell’incendio

Misure atte a limitarne le conseguenze

Sistemi di controllo e manutenzione di impianti e strutture antincendio

Criteri per gestione emergenze





Sicurezza

sul lavoro


Il sistema di gestione della sicurezza sul lavoro, in base alla legislazione italiana, è un sistema organizzato delle aziende, il cui scopo è quello di garantire il raggiungimento ed il mantenimento degli obiettivi di salute e sicurezza dei dipendenti, massimizzando i benefici e minimizzando le spese.



Un sistema di gestione correttamente impostato ed implementato garantisce:

  • Riduzione di costi derivanti da malattie e infortuni sul lavoro
  • Aumento efficienza imprese
  • Miglioramento livello salute e sicurezza
  • Facilità di produzione della documentazione richiesta


Il datore di lavoro, infatti, è tenuto ad attenersi alle più recenti normative in materia di salute sul lavoro, prendendosi cura dei propri dipendenti e facendo in modo che essi siano esposti il meno possibile ai rischi connessi alla specifica attività lavorativa.

Sicurezza

nei cantieri


Il Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro ha recentemente introdotto alcune novità riguardanti i soggetti inclusi nel settore di applicazione di tale Testo.


In particolare, figurano:

  • Il responsabile dei lavori
  • Il coordinatore per l’esecuzione dei lavori





Tra i principali obblighi del committente, invece, ovvero di colui che commissiona la realizzazione del lavoro ad un’impresa, e del responsabile dei lavori, vi sono:

  • Rispetto dei principi e delle misure di tutela nella progettazione
  • Nomina del CSP
  • Constatazione di idoneità tecnica professionale
  • Comunicazione all’amministrazione comunale
  • Nomina del CSE