categoria azienda Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
logo Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
Studio di Ingegneria Mosca Ing. Claudio
Studio Ingegneria, progettazione, impiantistica, antincendio
Studio Ingegneria, progettazione, impiantistica, antincendio

PROGETTAZIONE

E COLLAUDO IMPIANTI






Lo studio di ingegneria del Dott. Claudio Mosca si occupa principalmente di progettazione, perizia, verifica e collaudo degli impianti di riscaldamento, di condizionamento ed antincendio per l’edilizia.







Sicurezza e alte prestazioni sono l’obiettivo e la priorità dell’Ing. Claudio Mosca, il quale esegue ogni operazione di collaudo e verifica con attenzione, scrupolosità e rispetto delle normative.



L’impianto

di riscaldamento


L’impianto di riscaldamento è un sistema termico utilizzato per la produzione di calore in un ambiente chiuso. In altre parole, è un impianto dedicato alla fornitura e alla sottrazione di calore, rispettivamente in inverno e in estate.





In senso lato, con l’espressione “impianto di riscaldamento” si fa riferimento a quel sistema volto ad apportare calore in un ambiente durante la stagione invernale.

Gli impianti di riscaldamento si differenziano per modalità d’uso e composizione e si classificano per:


  • Combustibile (carbone, gasolio, energia…)
  • Tipo e dimensioni (autonomi o centralizzati)
  • Tecniche, mezzi e temperature (convezione, irraggiamento…)
  • Efficienza e compatibilità ambientale (costo, emissioni…)


Per la generazione di calore in un impianto termico possono essere impiegate le caldaie, le resistenze elettriche o le pompe di calore.


Per la generazione del freddo, invece, possono essere usati gruppi frigoriferi, ancora pompe di calore o pozzi geotermici.

Icona Servizio

L’impianto

di condizionamento


La macchina (o impianto) frigorifera, invece, è una macchina termica in grado di trasformare l’energia meccanica in energia termica, ottenendo e mantenendo un sistema di temperatura più bassa dell’ambiente.


L’energia meccanica, a sua volta, viene ottenuta partendo da energia elettrica, per mezzo di un motore elettrico.


Nella sua forma più semplice, un impianto frigorifero è così composto:


  • Compressore, che somministra energia al sistema (fluido refrigerante allo stato gassoso)
  • Condensatore, in cui il fluido refrigerante passa dallo stato gassoso a quello liquido
  • Espansore, in cui si abbassano la pressione e la temperatura del liquido
  • Evaporatore, in cui il refrigerante liquido si trasforma in gas, assorbendo calore dall’esterno
Icona Servizio

L’impianto

antincendio


L’impianto antincendio è un insieme di dispositivi elettronici, il cui scopo è la rilevazione di un incendio in un edificio e la segnalazione d’allarme sonoro e visivo ai presenti, alla portineria ed ai soccorritori.



Un impianto antincendio è costituito essenzialmente da una centralina d’allarme che riceve i segnali dal dispositivo di rilevazione e li invia tramite i dispositivi di segnalazione (sirene o collegamenti esterni).



L’impianto di rilevazione di un incendio consta di una serie di componenti, facenti parte dell’impianto antincendio, capaci di rilevare e segnalare tempestivamente la presenza di un incendio in un edificio, sia privato che industriale.





Il dispositivo di rilevamento del fumo e dei gas, tipicamente, è costituito da parti elettroniche che segnalano il fumo e le variazioni di calore in base ai fenomeni fisici, connessi al divampare dell’incendio.


L’impianto di rilevamento di un incendio trova largo impiego in ambito industriale, nei complessi residenziali, nelle strutture sanitarie e negli enti pubblici. Infatti, uniti ai materiali ignifughi, gli impianti di rilevamento dell’incendio ricoprono un ruolo fondamentale in termini di abitabilità delle strutture.


In Italia, la progettazione e la realizzazione di strutture di rilevamento dell’incendio è regolamentata dalla normativa UNI-9795, che stabilisce i criteri di posizionamento dei sensori e dei dispositivi segnaletici.




Dichiarazione di conformità



La Dichiarazione di conformità – o DICO – è un documento che dichiara che un elemento (ad esempio: un impianto) funziona e rispetta gli standard imposti dalle normative in vigore oppure dalla legge.


L’installatore di un impianto, infatti, sia esso elettrico, termico o sanitario, ha l’obbligo di presentare tale Dichiarazione, per mezzo della quale dichiara che l’installazione del sistema è stata progettata ed eseguita in piena conformità con le direttive legislative e le specifiche norme tecniche. L’installatore, inoltre, presentando la DICO, si assume tutte le responsabilità riguardo all’impianto, sia nei confronti delle norme tecniche che delle leggi in materia.


La DICO, presentata insieme al certificato di agibilità di un edificio, contiene i dati dell’impianto e dei seguenti soggetti: responsabile, proprietario e committente. Inoltre, fornisce le informazioni riguardo alla procedura di installazione, alla tipologia del materiale impiegato, alle norme seguite e alla posizione dell’impianto.





Collaudo


Il collaudo è una delle operazioni svolte al fine di verificare il corretto funzionamento di un sistema o di un dispositivo, prima che questo venga utilizzato.


A seconda dell’oggetto da collaudare differiscono anche le modalità di operazione, che generalmente mirano a valutare la risposta dell’opera progettata ed installata a condizioni identiche a quelle reali.



Il collaudo degli impianti deve obbligatoriamente essere eseguito da parte di un soggetto abilitato ed esperto, il quale possa attestare con consapevolezza che i lavori realizzati sono pienamente conformi al progetto approvato ed alla normativa in vigore.