categoria azienda Impresa Fonti
logo Impresa Fonti
Impresa Fonti
Impresa di ristrutturazioni
Impresa Fonti Via Cascina Fidelina, 17 20061 - Carugate
(Milano)
Lombardia Italia
3397746100
marinafonti@hotmail.it
info@impresafonti.com


Visualizza la mappa

L'impresa Fonti, è una società che opera nel settore delle manutenzioni e delle costruzioni civili ed industriali.

Sappiamo quanto una casa sia fondamentale per la persona e per il suo benessere. Abbiamo costruito, ristrutturato, migliorato case per molti anni. Dietro una casa non ci sono soltanto fredde mura, ma soprattutto persone, i loro sogni, sensazioni, sacrifici e il lavoro di una vita. Tutte queste cose le abbiamo sperimentate in anni di esperienza ed è per questo che nel nostro lavoro non mettiamo solo le mani e la testa, ma anche il cuore. Ci siamo sempre spesi per il cliente dando grande importanza alla sua umanità e alle sue necessità, cercando di proiettare e plasmare con le mani il sogno che ha sulla propria casa.


Chi Siamo

L’impresa Fonti è una azienda giovane e dinamica, ma con un’esperienza e conoscenza maturata nel corso degli anni, nella costruzione e ristrutturazione di edifici civili e industriali attenta innovazione e ai cambiamenti.

L’azienda si occupa della realizzazione di nuove costruzioni e di ristrutturazione di appartamenti, condomini, negozi e altre tipologie di edifici, curando e garantendo la perfetta esecuzione.

Grazie al suo team, qualificato ed efficiente, l’impresa può a tutti gli effetti porsi come un valido punto di riferimento nel settore edile, ponendo sempre il cliente al centro, consigliandolo trovando le soluzioni migliori alle proprie esigenze.

L’impresa Fonti offre un servizio completo nella realizzazione di nuove costruzioni dallo scavo al tetto, alle opere di finitura. Utilizza prodotti innovativi e tecnologici e offre soluzioni personalizzate.

Garantisce inoltre un'ampia gamma di servizi legati all'edilizia potendo in questo modo seguire il proprio cliente dalla costruzione alla finitura, e la consegna dell'opera nella sua completa funzionalità.

Servizi


  • Copertura tette, in genere, Bonifiche Amianto

  • Isolamento a cappotto/termico, Rifacimento facciate

  • Ristrutturazioni Chiavi in mano per Appartamenti, Cucine, Bagni

  • Costruzioni edili civili e industriali

  • Pavimentazioni appartamenti

  • Pavimentazioni da eterno (Autonloccanti, Piastrelle, Porfidi, ecc)


Bonus Fiscale


Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d'imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, la detrazione Irpef sale al 50%.

Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2015, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità.


A CHI SPETTA


Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l'inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:


  • il proprietario o il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • l’inquilino o il comodatario
  • i soci di cooperative divise e indivise
  • i soci delle società semplici
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.


La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.


La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori.


Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del "bonus" si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti.


Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.


COME E QUANDO


Per usufruire della detrazione, è necessario:

  1. inviare, quando prevista, all'Azienda sanitaria locale competente per territorio, prima di iniziare i lavori, una comunicazione con raccomandata A.R., tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla Asl
  2. pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.


Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione.


Occorre, inoltre, conservare ed esibire a richiesta degli uffici i seguenti documenti (provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011 - pdf):

  • le abilitazioni amministrative in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori). Se queste abilitazioni non sono previste è sufficiente una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui deve essere indicata la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi di ristrutturazione edilizia posti in essere rientrano tra quelli agevolabili
  • domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti
  • ricevute di pagamento dell’Imu, se dovuta
  • delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali
  • in caso di lavori effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi, dichiarazione di consenso del possessore all'esecuzione dei lavori
  • comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori  da inviare all’Azienda sanitaria locale,  se obbligatoria secondo le disposizioni in materia di sicurezza dei cantieri
  • fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute
  • ricevute dei bonifici di pagamento.                                                                                                                      Fonte: Agenzia delle Entrate
Impresa Fonti
Via Cascina Fidelina, 17
20061 - Carugate - Milano
indicazioni stradali Indicazioni stradali
Contatta Impresa Fonti tramite questo form.
Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali.